SketchUp starter kit


SketchUp

guida introduttiva



Disegnare per la stampa 3D 

SketchUp è un software gratuito semplice e versatile.
Il metodo di modellazione di SketchUp non è stato ideato per la stampa 3D.
Questo software è decisamente intuitivo, ma è facile incorrere alcuni errori che impediscono di avere dei solidi corretti per la stampa 3D.

Disegnare per la stampa 3D è diverso rispetto a creare modelli per rendering o animazioni. Ci sono alcune regole di base che devono essere rispettate per far sì che il modello possa essere prodotto.

Molti dei software più utilizzati sono stati ideati per creare rendering, non per la stampa 3D: possono quindi generare oggetti a prima vista perfetti, ma le cui geometrie contengono errori.

In particolare bisogna tenere conto di questi semplici accorgimenti:

Torna su

Volume

Tutti gli oggetti devono avere un volume. Spesso disegnando per rendering o animazioni si creano delle superfici prive di qualsiasi spessore: con la stampa 3D andremo a creare un oggetto solido, reale, che deve quindi avere uno spessore, anche minimo.

Per dare un volume alle superfici è sufficiente estruderle, così da ottenere dei solidi

Torna su

Oggetti chiusi

Gli oggetti devono essere chiusi. Chiuso significa a “tenuta stagna” (watertight) . Se immaginiamo di stampare l’oggetto, dobbiamo immaginarlo come se i suoi volumi siano solidi, collegati tra loro.

Torna su

Manifoldo!

Gli oggetti devono essere manifold: in poche parole significa che le geometrie devono avere un dentro e un fuori senza “buchi”. Una mesh si dice non-manifold quando ha spigoli condivisi tra più di due facce.

Gli errori possono riguardare:

– facce rinchiuse in un volume

– punti doppi

– spigoli

– volumi separati uniti per uno spigolo o un punto

Ogni spigolo deve avere due sole facce adiacenti, non più e non meno.

I punti devono appartenere ad un’unica faccia. Quando due facce condividono un punto, senza avere uno spigolo in comune, allora il punto è non-manifold.

 

Per esempio, quando con SketchUp si disegnano due facce e si pongono in maniera adiacente, non è detto che gli spigoli combacino perfettamente, quindi quello che a video può sembrarci un solido è, nei fatti, un insieme di superfici prive di volume.
Per evitare inconvenienti come questo è sempre preferibile utilizzare gli strumenti di disegno dedicati ai solidi, oppure disegnare facce e poi estruderle. Per disegnare un cubo, anziché disegnare 6 facce e poi porle adiacenti tra loro è consigliabile disegnare un quadrato e poi estruderlo.

Torna su

Normali

Tutte le superfici del tuo modello devono avere le normali orientate nella giusta direzione.

Se il tuo modello contiene normali invertite non può essere stampato, perché è impossibile determinare quale sia il “dentro” e quale il “fuori” del modello.
In SketchUp è facile orientare le normali ed è consigliabile farlo sempre prima di salvare il modello.

Torna su

Attenzione alle dimensioni

Devi considerare le dimensioni massime di ingombro del tuo oggetto, base, altezza, profondità e la loro somma, x+y+z.

Ogni materiale ha una dimensione massima stampabile diversa. Per alcuni materiali esiste anche una dimensione minima.

Misura lo spessore delle pareti del tuo oggetto: se le dimensioni sono inferiori a quelle garantite per il materiale scelto il tuo oggetto potrebbe risultare molto fragile o addirittura spezzarsi in fase di produzione.

Trovi queste informazioni nella scheda Dettagli tecnici nella pagina di ogni materiale per la stampa 3D.

Torna su

Prima di salvare il modello:

Clicca con il tasto destro su una delle facce del modello e dal menù scegliere Orient Faces
 
Anche se sembra non ottenere effetti, questo semplice passaggio darà a tutte le facce del modello lo stesso orientamento.
Adesso possiamo scegliere se salvare il nostro file in formato .SKP o esportarlo in formato .DAE

Torna su

Salvare in formato .SKP

Menù File—> Save as… e dal menù a tendina scegliere SketchUp version 8 (*.skp)

è importante salvare il modello come .skp versione 8.
Fatto!
L’unità di misura scelta al momento dell’upload su Vectorealism dovrà corrispondere a quella impostata nel templare di Sketchup che abbiamo utilizzato per modellare.
Per verificare quale templare hai utilizzato  basta andare nel menù Sketch-UP —> Preferences e da lì selezionare la scheda Template. Il templare evidenziato è quello in uso.

 

Torna su

Esportare in formato .DAE

Esportare in formato .DAE può aiutare a risolvere alcuni problemi di solidi non manifold che si possono riscontrare nei file .skp.
Dal menù File —> Export —> 3D Model… selezioniamo COLLADA File (*.dae)
Clicca su Opzioni e assicurati che siano selezionati solo:
– Triangulate All Faces
– Preserve Component Hierarchies
– Export Texture Maps

esportare in DAE da Sketchup

Salva il file .dae.
Fatto!
Una volta caricato il file .dae dovrai scegliere dal menù a tendina l’unità di misura pollici per avere l’oggetto delle dimensioni volute.

Torna su

Adesso sei pronto per caricare un file

Non riesci a caricare il file? Cerca una soluzione nel nostro centro di supporto.

Torna su

Errori più comuni

Il modello non contiene informazioni sui volumi?
Se caricando il tuo file .skp su Vectorealism ottieni questo messaggio d’errore prova ad esportare il tuo modello in formato .dae e ripetere l’upload.
Il tuo modello non è manifold?
Se dopo l’upload su Vectorealism ricevi un messaggio d’errore che ti avverte che il tuo modello non è manifold puoi provare a cancellare temporaneamente le facce più grandi del tuo modello, per guardarlo dall’interno: nella visualizzazione standard, se non hai applicato alcun colore al tuo modello, le facce all’interno devono essere celesti, quelle all’esterno bianche/grigine.
Controlla anche che non ci siano facce o linee in più.