Modelli per la stampa 3D a colori in Blender

Il materiale polvere multicolor per la stampa 3D consente di stampare modelli a più colori, anche con qualità fotografica.

Come fare per colorare il nostro modello? Come salvare il file correttamente? Con questa guida vedremo come è semplice creare un toy o una figurina, anche utilizzando un programma opensource.

Questo tutorial è basato su Blender ma è applicabile anche ad altri software 3D.

Contenuti della guida:


La mappatura UV

Per applicare un colore ad un modello 3D si utilizza un immagine .jpg o .png che viene proiettata sul modello tramite una mappa UV che correla i punti dell’immagine 2D a quelli del modello 3D: praticamente l’immagine avvolge il modello, come se facessimo aderire un foglio di carta stampato ad un oggetto tridimensionale fino a fasciarlo.

Per creare questa mappa UV si utilizza un comando richiamabile con U. Sono disponibili varie opzioni ma quella d’uso più comune è la modalità unwrap.

Per rendere possibile unwrap l’oggetto deve essere nel suo stato editabile, Edit mode, selezionato dal menù delle interazioni.

Utilizzeremo in questo esempio la primitiva Suzanne, il muso della scimmietta incluso in Blender.

Add mesh > monkey

Blender per la stampa 3D

Si selezionano tutti i vertici con a, con u si apre il menù UV mapping e si clicca unwrap.

fig_2_ Unwrap Blender

Per vedere la mappa UV creata si apre un’altra finestra nella wievport.

Per fare questo si va su un lato delle viewport attuale finchè non compare un doppia freccina, si clicca con il tasto destro e si apre un menù, scegliamo split area.

fig_3_ Split area Blender

Ora che la finestra è aperta andiamo nella modalità e segliamo UV/image editor.

fig_4_ Blender image editor

Qui possiamo vedere la nostra UV.

fig_4_2_ Blender UV

Tornando alla UV possiamo dare delle guide per generarla con un certo sviluppo. Per fare questo dobbiamo selezionare dei lati che funzioneranno come dei tagli nella mappa.

Selezionamo i lati con c: una volta selezionati premiamo Ctrl e e comparirà un menù da cui dovremo selezionare Mark seam.

fig_5_ Blender mark seam

Ora i lati selezionati saranno evidenziati in rosso.

fig_5_2 Blender stampa 3D

Riapplichiamo l’UV unwrapping, e vedremo che la mappa Uv si assumerà una nuova conformazione.

fig_6_ Blender UV unwrapping

Una volta generata la nostra mappa UV possiamo applicare ad essa un’immagine al nostro modello. Possiamo usare immagini bitmap create ad hoc o addirittura fotografie.

fig_7_ok_ Blender applicare immagine

Per fare ciò, in Blender Internal, creiamo prima un nuovo materiale, poi una texture, selezioniamo image or movie, apriamo l’immagine, nella sezione mapping, scegliamo UV e il nome dell nostra UV (di solito UVmap).

fig_8_1_ Blender internal

All’inizio Blender può sembrare complicato e poco intuitivo ma una volta acquisita un po’ di dimestichezza si rivela un software davvero completo, con il quale creare tutto ciò che si può immaginare.

La tecnica Texture painting

Blender ci da la possibilità di agire con i colori direttamente sul modello. Vogliamo aggiungere un po’ di makeup al nostro personaggio?

Possiamo farlo utilizzando la modalità texture painting, con la quale possiamo dipingere in tempo reale il nostro modello 3D ruotando il modello nello spazio.

Per fare questo andiamo nella modalità edit mode, selezioniamo tutti vertici con a, andiamo nella finestra UV image editor e qui creiamo una nuova immagine, dandogli un nome. Selezioniamo la dimensione dell’immagine (1024 x 1024 può andare bene), scegliamo un colore come base.

fig_9_ Blender texture painting

Ora andiamo nella 3D wievport e selezioniamo la modalità texture painting.

fig_10_ Blender texture stampa 3D

Nel menù a sinistra comparirà un interfaccia per dipingere. Il menù è richiamabile con t.

fig_11_ Blender menu

Per meglio dipingere sul modello applichiamo un modificatore multiresolution e clicchiamo su subdivide.

fig_12_ Blender subdivide

Il modello può apparire faccettatto. Per renderlo più morbido e smussato clicchiamo su smooth in shading nel menù a sinistra richiamabile con t.
Ci sono vari pennelli disponibili, per dare effetti diversi. Seezioniamo F.draw. Selezioniamo un colore (in questo caso abbiamo scelto il rosso) e andiamo a dipingere con il pennello direttamente sul modello.

Con F possiamo, trascinando il mouse, incrementare o diminuire la misura del pennello.

La nostra scimmietta vuole mettersi il rossetto!

Proviamo a dipingere le labbra: notiamo come mentre agiamo sul modello anche la nostra texture si colora.

fig_14_ Blender F draw

Salviamo l’immagine nell’UV editor, con F3 e salviamo anche la scena.

fig_15_ Blender UV editor
Possiamo divertirci moltissimo a creare il make up del nostro modello, l’unico limite è la nostra fantasia!

fig_16_2_ Blender proiettare foto

Possiamo anche utilizzare delle foto da proiettarle come stencil per ottenere un risultato più realistico, ma questo procedimento è piuttosto complesso, lo affronteremo in un altro tutorial.

Una volta finito di dipingere, la stessa texture dipinta verrà utilizzata come texture nel nostro materiale.
È meglio tenere due file separati, uno per il painting e uno per assegnare il materiale. Molto importante è non modificare la UV diversamente nelle due scene.

Per il texture painting può risultare pratico unire il file dalla scena originale con il comando append dal menù file: selezionare il file con l’oggetto originale, selezionare object e scegliere il modello.

fig_17_ Blender append

Una volta conclusa la mappa, possiamo assegnarla al modello come sopra, tramite materiale. Controlliamo che sia visualizzata in modo corretto.

Ora possiamo esportare l’oggetto per la stampa!

Esportare il file correttamente per la stampa con polvere multicolor

Il formato 3D che gestisce materiali e colori è il formato .obj, che crea un piccolo file .mtl contenente le informazioni sui materiali utilizzati.

fig_18_ Blender esportare

Nella finestra di salvataggio dobbiamo assicurarci che siano selezionate le opzioni include UV e write materials.

fig_19_ Blender include UV
Per caricare il file per la stampa 3D con polvere multicolor.Dobbiamo creare un archivio .zip contenente:

  • file .obj
  • file .mtl
  • eventuali immagini .jpg e/o .png utilizzate per la mappa

In assenza del file .mtl o delle immagini il file .obj risulterà completamente bianco!

La nostra scimmietta è pronta per essere stampata!

Possiamo caricare il nostro file .zip nella pagina di upload e selezionare il materiale polvere multicolor (l’unico materiale in grado di stampare modelli a più colori).

…Ta daan!

Scimmietta Blender stampata in 3D

Puoi continuare a usare Vectorealism tutta l'estate. Gli ordini inoltrati dopo il 7 agosto verranno prodotti e spediti a partire dal 21 agosto.